domenica 27 dicembre 2015

HH Lim Emotional Crisis - FELICE ANNO NUOVO

FELICE ANNO NUOVO

HH Lim e Valentino Zeichen , dicembre 2015

BUONE FESTE

BUONE FESTE - HH LIM EMOTIONAL CRISIS DICEMBRE 2015

Daniele Pieroni e HH Lim ottobre 2015




Marco Raparelli e Lorenzo Bruni dicembre 2015



Mario De Candia e HH Lim dicembre 2015

lunedì 14 dicembre 2015

HH Lim Emotional Crisis Dicembre 2015

 Emanuela Nobile Mino e Angelo Capasso

 Raffaella e Stefano Sciarretta

 Alberto Di Fabio

 Dora Stiefelmeier
 Raffaele Gavarro

Paolo Aita

 Daniela Tricia e Ilaria Piccioni

 Claudio Zecchi

 Massimiliano Tonelli

 Sauro Radicchi

Margherita e Mauro Nicoletti
Giuliana Benassi

martedì 8 dicembre 2015

IN.CON.TRA : in conversazione con HH Lim

Mercoledì 2 dicembre alle ore 18:30 l'artista H.H. Lim incontra il pubblico negli spazi della galleria Zoo Zone di Roma dove è in corso la sua mostra personale Emotional Crisis. L'evento, parte del progetto IN.CON.TRA a cura di Chiara Argentino e Vasco Forconi, vuole essere un'occasione informale nella quale un pubblico eterogeneo – non esclusivamente di addetti ai lavori – è chiamato a confrontarsi, a dialogare e a interrogare l'artista in presenza delle sue opere.
L'idea alla base dell’incontro è quella di scongiurare quella frontalità, motivo d'imbarazzo, che spesso s'instaura nelle occasioni di confronto tra un artista e il suo pubblico, creando al contrario le condizioni per cui gli spettatori, come partecipanti attivi, si fanno portatori del proprio punto di vista nei riguardi del lavoro dell'artista e della mostra.       

Emotional Crisis è una mostra che sintetizza alcuni degli aspetti più peculiari della ricerca di un artista che da sempre si muove con libertà, leggerezza e ironia tra linguaggi, mezzi espressivi e questioni molto differenti. La crisi alla quale allude il titolo è in primo luogo una crisi intima, emotiva, vissuta dall'artista in prima persona ma si tratta allo stesso tempo di una crisi che, senza alcuna soluzione di continuità, è pronta a rivelarsi immediatamente globale, politica e quindi collettiva.        La mostra si presenta perciò come un dispositivo in grado allo stesso tempo di accogliere e mettere alla prova il visitatore, sfidandone con ironia le capacità interpretative. Emotional Crisis è un oggetto enigmatico poiché l'artista, scegliendo di non rivelarne esplicitamente il significato ultimo, affida al dialogo tra sé e il pubblico la possibilità di portare alla luce tutti i molteplici sensi che la mostra è in grado di generare.